giovedì 14 febbraio 2008

Muffins leggeri alla crusca, the speziato, arancia e cacao


Lo so, lo so...questo mese in quanto a manicaretti ho battuto la fiacca!!!!...ma c'è una sola parola che giustifica le mie assenze sul blog: DIETA!!!
..eh sì, mangiare è tra i piaceri della vita ma, proprio per godere appieno di essa, è importante farsi un autoanalisi di tanto in tanto..così, adesso, a distanza di più di un mese, soddisfatta del peso forma raggiunto torno qui, subito con una delle ricettine che mi ha fatto maggiormente compagnia in questo periodo di "lavori forzati di manutenzione"!!!!
..la ricetta nasce dalla rielaborazione del "Ciambellone soffice di Adelaide", che ho riadattato in base agli ingredienti che la mia dieta mi concedeva.
Ne è uscita una gustosa e salutare variante ideale per la prima colazione o per uno spuntino fuori pasto. Piccola curiosità utile: sapevate che la crusca d'avena è un vero e proprio alleato per l'essere umano? Ha la grande capacità di essere un "cattura calorie". Infatti, una volta arrivata nell'intestino tenue, a contatto con l'acqua forma un aspetto gelatinoso che appunto cattura una parte delle calorie dei cibi che ingeriamo. La dose raccomandata è di 3 cucchiai al giorno.
..e adesso ecco la ricetta. Con queste dosi si ottengono 8 muffins.

8 cucchiai di crusca d'avena
4 cucchiai di crusca di frumento
2 uova
un cucchiaino scarso di dolcificante liquido
1 bustina lievito
90 gr di the speziato (io ho usato quello all'arancia e cannella)
50 gr di olio di riso
un vasetto di quark magro 0,1% grassi
1 cucchiaio di cacao in polvere
1 cucchiaio di cannella in polvere
la scorza grattugiata di 1 arancia

Sbattere con il frullatore per 15 minuti i tuorli, il dolcificante, la scorza d'arancia ed il formaggio. Aggiungere il thè e l'olio. A parte amalgamare le crusche, il cacao, la cannella ed il lievito. Unirli al composto. Infine aggiungere gli albumi montati a neve ben ferma. Inserire i pirottini di carta negli stampini da muffin e riempirli con l'impasto. Infornare a 180° per 10 minuti.


1 commento:

michela ha detto...

Molto interessante...mi stavo giusto chiedendo che fine avevi fatto.